Quantcast

A 1.310 km. da Buenos Aires si trova la provincia di Tucumán. Si arriva in aereo fino al capoluogo della provincia, San Miguel de Tucumán,  di alto valore storico, nel quale sorsero gli inizi dell'indipendenza argentina.

Oppure via terrestre attraverso la Strada Nazionale Nº 9 come via principale. Conosciuta dal soprannome “Giardino della Repubblica” per l’esuberante bellezza naturale, Tucumán è l'ingresso al nord argentino e la provincia più piccola del paese. Possiede un fascino naturale, offre pianure e montagne, clima asciutto e umido, foreste rigogliose e aride terre, moderne città e piccoli e sereni villaggi, rovine indigene, alte cime, bacini, fiumi e valli. Introdursi nel suo habitat rurale è un incontro con la natura generosa di questa provincia. Le estancias e i campi che offrono il servizio di turismo, permettono la convivenza con i costumi dei popolani e dei gauchos e l’occasione di prelibare un’ottima gastronomia tipica. IL turismo archeologico è molto sviluppato in questa regione, giacché le Valli Calchaquies fu lo scenario perfetto per lo sviluppo di razze ed etnie antiche (Uno dei principali tesori dei nostro tempo sono le Rovine di Quilmes). Tucumán è rinomata non soltanto per il paesaggio accattivante come quello di Tafí del Valle o Amaicha del Valle, ma soprattutto per l'importanza storica. Per trovare le redici di questo popolo bisogna andare indietro nel tempo, alle culture più remote, all’indipendenza del crollo, ai personaggi che crearono l’industria dello zucchero e agli intellettuali che trasformarono questa provincia nel centro del movimento culturale argentino. Link: www.tucumanturismo.gob.ar

Ente de Turismo de la Provincia de Tucuman: www.tucumanturismo.gob.ar

Share Share Share Share

Più da vedere

Servizi turistici