Quantcast

Neuquén si trova a 1.156 km. da Buenos Aires. In lingua Mapuche, il suo nome significa “audace, impetuoso, altero”, definendo sin dall’origine questi popoli antichi. Il nord della provincia possiede vulcani, acque termali, profonde valli, curiose formazioni geografiche e manifestazioni di arte rupestre il tutto in un marchio di spettacolare bellezza denominato Cordillera del Viento.

La presenza del Domuyo, la cima più elevata della Patagonia, rappresenta un’attrazione di gerarchia internazionale che permette di sfruttare il trekking e il montagnismo. Ad est si trova la zona della Cuenca Neuquina, nel luogo si rinvennero dei resti d’animali e di vegetali fossilizzati, d’importanza mondiale. In questa regione si trova la città di Neuquén, capitale della provincia e una delle città più importanti della regione patagonica e la zona produttiva viticola che si trova a pochi chilometri di distanza. La terza zona è conosciuta come la strada dei laghi, la più popolare fra i turisti, con una grande varietà di scelte per l’avventura e un ambiente naturale di eccezionale bellezza, con parchi nazionali, boschi e laghi, un contrasto fra il verde e l’azzurro dell’estate, i colori terrosi dell’autunno e il bianco manto dell’inverno. La quarta zona si trova al nordest della provincia di Neuquén ed ivi si trovano i centri per il turismo termale, ideali per accogliere i visitatori che cercano rilassarsi in uno spa, godendo del benessere di quelle acque termali che all’epoca dei mapuches le erano attribuite poteri magici.

Subsecretaría de Turismo: http://www.neuquentur.gob.ar

Share Share Share Share

Più da vedere

Servizi turistici