Quantcast

Asse principale del potere politico ed economico del Tawantisuyo – l’impero Incaico –il Qhapaq Ñan (in lingua quechua, “cammino principale”) fu costituito da una rete stradale che si estese per oltre 30.000 chilometri unendo gli importanti centri produttivi, amministrativi e rituali. La sua costruzione è addirittura precedente all’epoca dell’Impero Inca: Si calcola di avere all’incirca 2.000 anni di antichità. Oggi attraversa sei paesi dell’America Andina: partendo dal Peru si estende verso sud e percorre territori di Bolivia, Argentina e  Cile, intanto che a Nord quelli dell’Equatore e di Colombia. Nel 2014 è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

In Argentina, il Qhapaq Ñan  proveniente dalla Bolivia s’inoltra nel villaggio di Calahoyo (nella Puna, a più di 4.000 m.s.l.m.) attraversando deserti, valli e montagne e unendo i territori che oggi appartengono alle provincie di Jujuy, Salta, Tucumán, Catamarca, La Rioja, San Juan e Mendoza per dopo addentrarsi nella Cordigliera delle Ande verso Cile. 

Share Share Share Share

Più da vedere